Paraguay River è un importante corso d’acqua del Sud America con uno spartiacque di 428.846 miglia quadrate e una lunghezza di 1.584 miglia tra la sua sorgente nel Mato Grosso, Brasile, e la sua confluenza con il fiume Paraná vicino alla città argentina di Corrientes. Un restringimento vicino a Corumbá, in Brasile, ha causato la formazione di un’enorme palude—il Gran Pantanal—il più grande rifugio faunistico del centro Sud America. Inondato da aprile a giugno dalle alte acque del fiume Paraguay, fornisce aree di nidificazione per gli uccelli migratori e luoghi di riproduzione per l’alligatore sudamericano, il jacaré. Tuttavia, la crescita del numero di allevatori brasiliani sta diminuendo l’area di questo rifugio naturale.

Il fiume funge da confine nazionale tra Brasile e Bolivia, Bolivia e Paraguay, e Paraguay e Argentina. Durante la Conquista e il periodo coloniale, il fiume era la porta di penetrazione nel bordo meridionale del centro del continente per i conquistadores che erano alla ricerca del re dei Monti d’Argento, una figura leggendaria da cui il Río de la Plata derivò il suo nome. Gli insediamenti spagnoli sorsero lungo il fiume, come Corumbá, Concepción, Asunción e Formosa, che raggiunsero un’importanza maggiore rispetto alle fondamenta spagnole sul medio corso del fiume Paraná. Oggi, gli insediamenti sulle rive del fiume sono centri di contrabbando e traffico di droga, in particolare tra la Bolivia e il Brasile. Il fiume è navigabile fino ad Asunción, come prolungamento verso nord del Paraná-Río de la Plata. Questo lo rende un importante corridoio marittimo, in quanto fornisce un porto della costa atlantica tanto necessaria per la Bolivia e il Paraguay. Molti locali si guadagnano da vivere pescando sul fiume, e le sue acque irrigano le imprese agricole della zona.

Dal 1997 il fiume Paraguay è stato al centro di una controversia ambientale nella regione. I governi della zona cercarono di sviluppare il Paraguay in un sistema di vie d’acqua industriale e di costruire dighe idroelettriche lungo il fiume. Tuttavia, il Paraguay è una parte essenziale delle zone umide del Pantanal, il più grande ecosistema di zone umide tropicali del mondo. Lo sviluppo proposto abbasserebbe significativamente i livelli dell’acqua e danneggerebbe l’ambiente complesso.

Vedi alsoParaná River .

BIBLIOGRAFIA

Organizzazione degli Stati americani, Cuenca del Río de la Plata. Estudio para su planificación y desarrollo (1969).

Aníbal Miranda, Paraguay y las obras hidroeléctricas binacionales (1975).

Bibliografia aggiuntiva

Alho, Cleber J. R. Conservaçao da biodiversidade da bacia do alto Paraguai. Campo Grande, Brasile: Editora Universidade Para o Desenvolvimento do Estado e da Região do Pantanal, 2003.

Chernoff, Barry e Phillip W. Willink. Una valutazione biologica degli ecosistemi acquatici del bacino del Río Paraguay, Alto Paraguay, Paraguay. Washington, DC: Conservation International, Center for Applied Biodiversity Science, 2001.

Tümpling, Adolfo von. Fiume di lacrime e speranza: passato, presente e futuro. Paraguay: Il lettore, 2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.