Le arterie del nervo ottico portano il sangue alla retina e le vene drenano il sangue dalla retina. Quando un blocco si sviluppa in una vena, è come una diga che viene collocata in un fiume. Le acque a monte traboccano gli argini e si riversano nella zona circostante. Nell’occhio, sangue e fluido fuoriuscire dai vasi sanguigni nella retina causando scarsa visione in quella zona. Il flusso sanguigno è permanentemente alterato e può causare una sostanziale perdita della vista.

Cause e sintomi di occlusione venosa

La causa più comune di occlusione venosa retinica è l’ipertensione di lunga data. Anche l’età e altre malattie vascolari come il diabete sono fattori di rischio. Sfortunatamente, anche la sfortuna gioca un ruolo in quanto il percorso anatomico della vena predispone alcune persone a sviluppare un blocco.

A seconda della gravità e di quali vene sono interessate, le persone hanno spesso una diminuzione della visione centrale e la perdita di una o di tutta la visione periferica. L’occhio spesso lavora per” ri-instradare ” il sangue intorno al blocco, ma questo spesso richiede mesi o anni.

Trattamenti

Non esiste una cura per un’occlusione venosa e nessun modo per invertire completamente il danno che si è verificato. Il miglior indicatore del successo a lungo termine con il trattamento è l’acuità visiva iniziale alla presentazione. Spesso possiamo migliorare la visione con iniezioni e laser, ma raramente siamo in grado di riportare la visione dove era.

Iniezioni intraoculari

Sono state sviluppate nuove terapie farmacologiche che vengono utilizzate per migliorare le perdite e le emorragie che possono svilupparsi nelle occlusioni venose. Avastin e il farmaco approvato dalla FDA Lucentis hanno dimostrato di avere successo nel migliorare la visione dopo che si è verificata un’occlusione venosa. Recentemente, la FDA ha approvato un nuovo farmaco chiamato Eylea. Può essere efficace quanto Avastin e Lucentis e offre un’altra opzione per il trattamento futuro. Questi farmaci vengono iniettati con un piccolo ago nell’occhio in modo quasi indolore.

Chirurgia laser

Se si verificano perdite e gonfiore nella retina centrale, un laser leggero viene occasionalmente usato per trattare i vasi sanguigni che perdono. Per la crescita anormale dei vasi sanguigni, i trattamenti laser più grandi vengono consegnati alla retina periferica. Questi trattamenti riducono la crescita anormale dei vasi sanguigni e aiutano a ridurre la perdita di liquidi o il sanguinamento negli occhi. Mentre il laser a volte è necessario per la stabilità a lungo termine delle occlusioni venose, le iniezioni si sono dimostrate efficaci inizialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.