Nîmes, città, Gard département, Occitanie région, Francia meridionale, sud-sud-ovest di Lione. Situata ai piedi di alcune colline aride chiamate Monts Garrigues a nord e ad ovest della città, Nîmes sorge in una pianura coltivata a vite che si estende a sud e ad est.

Pont du Gard
Pont du Gard

Pont du Gard, un antico acquedotto romano a Nîmes, Francia.

© Karel Gallas/.com

Chiamata così in onore di Nemausus, il genio di una fontana sacra, Nîmes fu la capitale di una tribù gallica che si sottomise a Roma nel 121 a.C. L’imperatore Augusto vi fondò una nuova città e le diede privilegi che le portarono rapidamente prosperità. Nel v secolo Nîmes fu saccheggiata dai Vandali (un popolo germanico) e dai Visigoti (una divisione occidentale dei popoli teutonici noti come Goti). In seguito fu occupata dai Saraceni (arabi), che furono cacciati nel 737.

Nel x secolo la città passò ai conti di Tolosa, e fu unita alla corona francese nel 1229. Al tempo della Riforma, divenne in gran parte protestante e subì persecuzioni dopo la revoca nel 1685 dell’editto di Nantes, che aveva concesso una misura di libertà religiosa ai protestanti nel 1598. Danneggiata nel 1815 durante i combattimenti tra monarchici e bonapartisti, Nîmes divenne ancora una volta prospera con l’avvento delle ferrovie più tardi nel 19 ° secolo.

Il Tour Magne, una torre romana in rovina a Nîmes, in Francia.
Il Tour Magne, una torre romana in rovina a Nîmes, in Francia.

Art Resource, New York

In epoca romana una delle città più ricche della Gallia, Nîmes è famosa per i suoi numerosi resti romani, che sono per lo più in un ottimo stato di conservazione. Il vasto anfiteatro, probabilmente costruito nel 1 ° secolo ce per ospitare 24.000, è un’ellisse (440 per 330 piedi ), in piedi 69 piedi (21 metri) di altezza. Dall’esterno presenta l’aspetto di una doppia fila di 60 archi sormontati da un sottotetto. Fu costruito con grandi pietre provenienti da una cava vicina, messe insieme senza malta. Originariamente destinato a spettacoli di gladiatori, corse di carri e spettacoli navali, fu usato come fortezza nel v secolo dai Visigoti. Nel Medioevo furono costruite case e persino una chiesa al suo interno. Sgomberato dagli edifici nel 1809, è ora utilizzato per le corride. Nonostante questa storia a scacchi, è uno degli anfiteatri romani meglio conservati esistenti. La famosa Maison-Carrée (12 ac), un tempio rettangolare di 82 piedi (25 metri) di lunghezza per 40 piedi (12 metri) di larghezza, dedicato a Gaio e Lucio Cesare, figli adottivi del primo imperatore romano Augusto, è uno dei monumenti più belli costruiti dai Romani in Gallia e certamente il meglio conservato. Come l’anfiteatro, l’edificio ha avuto vari usi (municipio, casa privata, stalla e chiesa) nel corso dei secoli. Oggi ospita una collezione di sculture romane. Il Tour Magne, in cima a una collina appena fuori dalla città, è il più antico edificio romano, alto 92 piedi (28 metri), ma probabilmente in origine più alto. La sua funzione originale non è nota, ma è stato incorporato nel muro romano nel 16 ac.

Maison-Carrée,Nîmes, Francia
Maison-Carrée, Nîmes, Francia

Maison-Carrée, Nîmes, Francia, c. 12 a.C.

© Philip Lange/. com

Ottieni un abbonamento Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Iscriviti ora

Nei pressi del Tour Magne si trova un serbatoio da cui l’acqua trasportata dal grande acquedotto romano, il Pont du Gard, veniva distribuita in tutta la città. Il piacevole Jardin de la Fontaine, situato ai margini della città, è stato progettato nel 1745. La fontana e i canali che la attraversano sono in parte romani. Il Museo Archeologico, che è ospitato in un ex collegio dei gesuiti, ha una bella collezione di oggetti romani, così come alcuni manufatti dell’età del ferro.

Nîmes si è notevolmente ampliata a partire dagli anni ‘ 60, attirando la popolazione dal suo entroterra rurale, nonché dall’estero (in particolare dal Nord Africa) e da altre regioni francesi. La sua economia è dominata da attività amministrative e di servizio. Nîmes è un centro turistico, la Maison-Carrée e l’anfiteatro attirano un gran numero di visitatori. Ristrutturazione del centro della città ha ulteriormente migliorato il suo fascino turistico. Le industrie tradizionali come la produzione di tessuti, abbigliamento e scarpe sono tutte diminuite. Altre attività industriali includono la trasformazione alimentare e l’ingegneria meccanica. Nîmes è un importante crocevia per il trasporto ferroviario. Pop. (1999) 128.471; (2014 est.) 151,075.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.