2011 Premio Nobel per la pace Leymah Gbowee è un attivista per la pace liberiana, assistente sociale addestrato e difensore dei diritti delle donne.

Attualmente è Direttore esecutivo del Programma Women, Peace and Security presso l’Earth Institute della Columbia University ed è la fondatrice e attuale Presidente della Gbowee Peace Foundation Africa, il capo fondatore della Liberia Reconciliation Initiative, nonché co-fondatrice ed ex Direttore esecutivo di Women Peace and Security Network Africa (WIPSEN-A). È anche membro fondatore ed ex coordinatrice liberiana di Women in Peacebuilding Network / West Africa Network for Peacebuilding (WIPNET/WANEP). Viaggia a livello internazionale per difendere i diritti umani e la pace & sicurezza.

La leadership della signora Gbowee della Women of Liberia Mass Action for Peace – che ha riunito donne cristiane e musulmane in un movimento nonviolento che ha svolto un ruolo fondamentale nella fine della guerra civile liberia nel 2003 – è raccontata nel suo libro di memorie, Mighty Be Our Powers, e nel premiato documentario, Pray the Devil Back to Hell. Sig. ra Gbowee ha conseguito un Master in Conflict Transformation presso la Eastern Mennonite University (Harrisonburg, VA) e un Doctor of Laws (LLD) honoris causa presso la Rhodes University in Sud Africa e l’Università di Alberta in Canada.

La signora Gbowee consiglia numerose organizzazioni che lavorano per la pace, i diritti delle donne, i giovani e lo sviluppo sostenibile, e ha tenuto distinte borse di studio presso il Barnard College e l’Union Theological Seminary. Nel 2016, la signora Gbowee ha ricevuto il Lifetime Africa Achievement Prize (LAAP) per la pace in Africa dalla Millennium Excellence Foundation. Sig. ra Gbowee funge da sostenitore degli obiettivi di sviluppo sostenibile per le Nazioni Unite e come membro del Consiglio mondiale per i rifugiati. Nel 2017, la signora Gbowee è stata selezionata dal Segretario generale delle Nazioni Unite per servire come membro del Comitato consultivo di alto livello del Segretario generale delle Nazioni Unite sulla mediazione. Nel 2018 è stata nominata membro del Segretariato del Gender Equality Advisory Council per la Presidenza canadese del G7.

Leymah è l’orgogliosa madre di otto figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.