I 7 modi migliori per migliorare l’onboarding di nuovi assunti

Tutti sanno che i migliori talenti sono difficili da trovare. Questo è probabilmente il motivo per cui la maggior parte delle aziende (intelligenti) investe in una solida strategia di reclutamento. Ma stanno dimenticando qualcosa-senza un’esperienza positiva di inserimento dei dipendenti, il loro nuovo talento non rimarrà a lungo.

Esatto. Una delle più grandi domande che fanno gli amministratori delegati grattarsi la testa oggi è come mantenere i migliori talenti dopo averli assunti. E una delle migliori soluzioni è l’onboarding dei dipendenti (e farlo bene). Quindi, se sei pronto a vedere i tuoi nuovi assunti più impressionanti diventare dipendenti fedeli, produttivi e a lungo termine, questi suggerimenti sono per te.

Saltiamo a destra in.

Inizia Onboarding prima di iniziare il lavoro

Ogni processo di onboarding di successo inizia quando un candidato accetta il lavoro, non quando iniziano il lavoro. Pensaci. Hai settimane, forse più a lungo, per iniziare a preparare i tuoi nuovi dipendenti per un primo giorno positivo e produttivo. Perché sprecare questo tempo?

Invia loro il kit di onboarding dei dipendenti, inclusi contratti, politiche e procedure aziendali e altri documenti essenziali da leggere nel proprio tempo. Questo dà loro l’opportunità di digerire informazioni importanti e porre domande, prima di firmare sulla linea tratteggiata. Poi, quando arrivano al loro primo giorno, tutto l’amministratore triste è fuori strada, e possono rimanere bloccati nella formazione sul lavoro e sulla cultura.

Un altro modo per migliorare onboarding nuove assunzioni prima del loro primo giorno è quello di inviare loro un regalo personalizzato, diritto alla loro porta di casa. Questo può includere una lettera di benvenuto firmata dal loro nuovo manager, qualcosa di dolce (come il cioccolato) e, naturalmente, un piccolo malloppo aziendale (tazza di marca, cancelleria, ecc.). Questa è la tua opportunità di mostrare ai nuovi assunti che sei entusiasta di averli a far parte del team.

Fai partecipare l’intera Organizzazione

C’è un vecchio proverbio africano che dice qualcosa del genere: “Se vuoi andare veloce, vai da solo. Se vuoi andare lontano, vai insieme.”Quando si tratta di migliori talenti, si vuole sicuramente un rapporto di lunga durata. Ecco perché la migliore esperienza di onboarding è quella in cui l’intera organizzazione si unisce.

Ci sono un sacco di altre persone in azienda che possono aiutare a migliorare il nuovo dipendente onboarding. Per cominciare, i team possono familiarizzare i nuovi membri con la cultura aziendale e mostrarli in ufficio. HR può introdurre nuove assunzioni ai processi di time-tracking e Performance Management. Il supporto tecnico può aiutare i nuovi assunti con la loro nuova configurazione e software del computer.

E poi c’è il sistema buddy. Accoppia ogni nuovo dipendente con un “compagno” esperto che può rispondere alle loro domande, mostrare loro dove pranzare, presentarli ai colleghi e fornire supporto generale durante i primi mesi di lavoro.

Collega i nuovi assunti con i loro supervisori il primo giorno

Questo potrebbe sembrare un semplice atto, ma in realtà è una delle migliori pratiche di onboarding per rendere felici i nuovi assunti. Un dipendente onboarding sondaggio da TalentLMS ha scoperto che incontrare un supervisore il primo giorno raddoppia nuova soddisfazione noleggio.

Quindi, se vuoi che i nuovi assunti si sentano soddisfatti del loro onboarding, pianifica un pranzo per loro e il loro supervisore nel loro primo giorno di lavoro. Facendo questo off-site può aiutare a creare un’atmosfera rilassata e informale dove si può arrivare a conoscersi. Questo potrebbe essere l’inizio di un rapporto di lavoro forte, leale e rispettoso.

Crea una nuova esperienza di noleggio positiva e senza stress

Iniziare un nuovo lavoro può rendere chiunque un po ‘ stressato. Sarà la tua nuova squadra come te? Hai davvero le capacità per fare il lavoro? Come fai a saperlo?

Maggiore è l’incertezza che i nuovi assunti sperimentano, più stressati e ansiosi si sentono. Questo può portare solo a una cosa: una scarsa esperienza di inserimento dei dipendenti e un inizio improduttivo. Fortunatamente, ci sono alcuni semplici trucchi per creare un processo di onboarding che è più divertente che spaventoso.

Oltre al sistema buddy menzionato in precedenza, assicurati di dare ai dipendenti tutto ciò di cui hanno bisogno per essere produttivi. Assicurarsi che il loro desk sia impostato, che i loro accessi siano stati creati e che abbiano accesso ai loro corsi di formazione professionale. Quindi, fornire loro obiettivi chiari e pietre miliari per l’onboarding in modo che possano valutare quanto bene stanno facendo.

Infine, il check-in con i nuovi dipendenti regolarmente per vedere come si sentono, e rispondere a tutte le domande che hanno. Il loro feedback potrebbe anche darvi alcune idee interessanti per migliorare il processo di onboarding.

Utilizzare un approccio Blended Per fornire formazione

Alcune aziende utilizzano ancora la formazione tradizionale basata in aula per il nuovo personale onboarding, ma se si dovesse chiedere ai dipendenti quello che vogliono, direbbero un approccio blended. In altre parole, una combinazione di sessioni di formazione di persona e online, corsi di auto-ritmo. Allora perché non dare a loro?

Le sessioni di formazione tradizionali possono essere ottime per mostrare ai nuovi assunti come utilizzare le apparecchiature per ufficio e per le competenze che richiedono una pratica reale. Ad esempio, i giochi di ruolo per imparare la gestione dei conflitti. Avere il CEO spiegare la visione aziendale, la missione e gli obiettivi a un gruppo di nuove reclute è anche un ottimo modo per mostrare ai dipendenti come possono contribuire al successo dell’azienda.

Ma per tutto il resto, la formazione online è un modo preciso per migliorare l’onboarding di nuove assunzioni e rendere anche la tua formazione più efficiente. Con il giusto software di formazione onboarding, sarete in grado di creare e fornire corsi online coinvolgenti per un gran numero di nuovi dipendenti. Inoltre, utilizzando le funzionalità di gamification, puoi rendere l’esperienza di onboarding per i nuovi assunti divertente ed eccitante.

Non abbiate fretta il nuovo processo di noleggio Onboarding

Molte persone non sanno che ci vogliono un enorme 8 mesi per le nuove assunzioni per raggiungere il picco di produttività. L’onboarding medio purtroppo dura solo circa 3 mesi. Chiaramente, quindi, un ottimo modo per migliorare l’inserimento di nuove assunzioni è allungando il processo per un periodo più lungo, idealmente da 8 a 12 mesi.

Estendere il tuo programma di onboarding significa che puoi includere più formazione, attività di team building e supporto per i nuovi dipendenti. Significa anche che ottengono più tempo per digerire le informazioni sul lavoro e la società. Inoltre, saranno in grado di applicare ciò che imparano in allenamento, commettere errori e imparare da quegli errori prima di passare al corso successivo.

Con la pressione del tempo rimossa, i dipendenti diventano più a loro agio nel loro nuovo lavoro e ambiente, capiscono e partecipano alla cultura aziendale e formano relazioni più forti con i colleghi. La parte migliore è che tutto questo fa miracoli per la loro produttività.

Costruisci la formazione culturale nel tuo personale Onboarding

Potremmo vivere nell’era dell’automazione, ma è importante ricordare che i tuoi dipendenti non sono macchine. Sono umani e hanno bisogno di una vera connessione umana.

La connessione avviene quando i dipendenti condividono gli stessi valori dei loro colleghi e si sentono investiti nella stessa visione, missione e obiettivi dell’azienda. Questo, ovviamente, tutto si riduce alla cultura. Dai ai tuoi dipendenti un senso di connessione adottando la formazione culturale come una delle best practice di onboarding dei dipendenti.

Non ha nemmeno bisogno di prendere un sacco di tempo. Ad esempio, crea un corso online che include un video del tuo CEO o direttore delle risorse umane che parla dei valori aziendali. In questo modo il tuo CEO deve solo spiegarlo una volta, ma ogni nuovo dipendente arriva a sentirlo direttamente dalle labbra di un leader.

Conclusione

L’onboarding è una delle tue armi più importanti nella guerra per i talenti perché ha un enorme impatto sulla fidelizzazione dei dipendenti. Quindi non perdere tempo. Implementa questi suggerimenti per migliorare la tua esperienza di onboarding, a partire dalle settimane precedenti l’orientamento dei dipendenti e fino al loro primo anno di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.