Un Kadomatsu è una decorazione tradizionale giapponese che viene solitamente collocata davanti alle case per servire allo scopo di accogliere spiriti ancestrali o kami della stagione del raccolto. Sono collocati dopo le celebrazioni natalizie e lasciati fino al 7-15 gennaio. Sono considerati un rifugio temporaneo per gli spiriti kami. Kadomatsu è fatto da bambù, pino e trees alberi. La marca e il design del Kadomatsu variano a seconda delle regioni in cui sono stati realizzati. Lo scopo principale delle cerimonie di Capodanno è di solito quello di dare rispetto e onore al toshigami, un dio che si crede di essere responsabile di raccolti paraurti. Dopo il 15 gennaio, ma spesso il 19, i Kadomatsu vengono bruciati per placare gli spiriti ancestrali e liberarli dall’habitat temporale. Sono bruciati in una cerimonia rituale chiamata Dondoyaki.

Costruzione e installazione di Kadomatsu

I Kadomatsu sono tipicamente realizzati in bambù, pino o ume alberi. Gli alberi di bambù significano longevità, i pini rappresentano prosperità e represent rappresentano fermezza. Il centro di Kodamatsu è solitamente costituito da tre germogli di bambù. I germogli sono di solito grandi, ma sono diverse altezze al fine di rappresentare il Cielo, l’umanità, e la Terra. Il tiro che rappresenta il Cielo è di solito impostato per essere il più grande, mentre quello che rappresenta la Terra è di solito impostato per essere il più piccolo e più breve. Dopo aver assemblato le parti del Kodamatsu, vengono legate insieme usando una paglia o una corda di paglia appena tessuta. Dopo essere stato legato insieme, il Kodamatsu è pronto per l’installazione all’ingresso delle case. Sono messi in coppia, su entrambi i lati del cancello, per rappresentare i sessi maschili e femminili. Di solito sono collocati il 26 dicembre, con l’esclusione del 29 e del 31 dicembre, a causa di scopi rituali. Sono messi di fronte a cancelli ed edifici di scopi residenziali e commerciali in tutto il Giappone.

Storia e origine di Kadomatsu

Le tradizioni e le pratiche di Kadomatsu tracciano la sua origine in Cina. La pratica dell’uso di Kadomatsu risale al 7 ° secolo. Il Kadomatsu era praticato in Giappone nell’VIII secolo e si ritiene che si fosse diffuso dalla Cina al Giappone. I Kadomatsu erano in precedenza realizzati solo con pino e altri materiali correlati. Kadomatsu fatto di una combinazione di bambù e pino è documentato per essere emerso nel 14 ° secolo. Sono stati utilizzati nel 14 ° secolo è molto simile al Kadomatsu usato oggi.

A quali scopi serve Kadomatsu?

I Kadomatsu sono collocati per celebrare le celebrazioni del nuovo anno. Sono collocati immediatamente dopo le vacanze di Natale e dovrebbero inaugurare un nuovo anno. Il Kadomatsu ha lo scopo di portare un anno generoso ai residenti e agli utenti dell’edificio. Gli dei di un raccolto eccezionale sono invitati ad essere tra gli abitanti del luogo. Gli dei del nuovo anno portano longevità e prosperità agli abitanti. Gli dei sono anche noti per portare felicità agli abitanti. Gli dei abitano solo tra la gente e portano i loro valori alla gente solo se invitati, che è attraverso kadomatsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.