San Maurizio

Maurice è nato nel 250 A. D. a Tebe, un’antica città in Egitto vicino al sito della diga di Assuan. Era un cristiano riconosciuto in un momento in cui la Chiesa era considerata una minaccia per lo sgretolamento dell’Impero romano. Tuttavia, si muoveva facilmente nella società pagana del suo tempo.

Era un buon soldato e un leader nato. L’imperatore Probo gli commissionò di selezionare e comandare una legione romana completa. La sua legione, la Legione Tebana, era composta da 6.600 uomini. La maggior parte di loro erano cristiani.

La Legione Tebana era un battaglione di crack. Mostrava intelligenza, disciplina e valore eccezionali. Maurice era il loro leader nel vero senso della parola. Egli era totalmente impegnato in Dio e si preoccupava del benessere spirituale e temporale dei suoi uomini. Ha mangiato con loro e ha lavorato con loro. Si è impegnato a giocare con loro e ha pregato con loro. Si rallegrava delle loro vittorie e soffriva ad ogni perdita. Erano una famiglia militare.

Nel 284 d.C., Diocleziano divenne imperatore e divise l’impero. Scelse un soldato di nome Massimiano per governare l’occidente da Milano. Assediato a Martigny dalle tribù nomadi del nord, Massimiano inviò un appello per rinforzi. La Legione Tebana fu inviata con l’ordine di liberare il passo di San Bernardo attraverso il Monte. Blanc. Fu loro ordinato di liberare il valico saccheggiando spietatamente e massacrando brutalmente coloro che resistevano. Prima di andare in battaglia, furono istruiti a offrire sacrifici agli dei pagani e rendere omaggio all’imperatore.

Maurizio giurò fedeltà militare a Roma. Egli dichiarò che il servizio a Dio sostituì tutto il resto. Impegnarsi in un massacro sfrenato era inconcepibile per i soldati cristiani, ha detto. Lui e i suoi uomini rifiutarono di adorare gli dei romani.

Infuriato da tale insubordinazione e convinto dai suoi indovini che i cristiani erano responsabili per le inversioni per la guerra; Diocleziano ordinò l’esecuzione di tutta la Legione tebana. Il 22 settembre 286 d. C., 6600 “obiettori di coscienza” scelsero il martirio e la glorificazione seguendo l’esempio del loro capo, San Maurizio.

Per maggiori informazioni su Saint Maurice clicca qui: Link – http://www.catholic.org/saints/saint.php?saint_id=368

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.