E’ difficile incapsulare la varietà pura nelle regioni settentrionali della Francia, e come da qualche parte come la Bretagna può avere un carattere così diverso dal suo vicino Normandia.

Se stai riflettendo su dove andare, questa lista potrebbe darti qualche ispirazione per le vacanze.

C’è una miscela di città famose con monumenti spettacolari e vecchi villaggi in cui difficilmente un mattone è stato spostato in centinaia di anni.

Scoprirai anche le figure storiche associate a ciascun luogo, da Guglielmo il Conquistatore e Giovanna d’Arco a Claude Monet e Jules Verne.

Consente di esplorare i migliori luoghi da visitare nel nord della Francia:

1. Lille

Vieille BourseFonte: flickr
Vieille Bourse

Proprio al confine con il Belgio, Lille non fu nemmeno parte della Francia fino all’assedio di Luigi XIV nel 1667. Fino ad allora era stato saldamente fiammingo, all’interno del Ducato di Borgogna.

Questa influenza belga si manifesta nell’architettura della bella Vieux-Lille, a Grand’Place e Place Rihour.

Vedi la Vieille Bourse del xvi secolo, con il suo stile manierista fiammingo, e l’edificio neo-fiammingo per il giornale Voix du Nord.

Mentre vaghi per queste strade di ciottoli sarai allettato da un altro segno distintivo belga: il dolce odore delle cialde.

La cucina è fiamminga troppo, un niente batte carbonnade flamande (stufato di manzo) nei giorni invernali.

Quimper

Cattedrale, Quimper Fonte: flickr
Cathedral, Quimper

In un’idilliaca valle verde dove si uniscono i fiumi Steir e Odet, questa città da sogno è la capitale del dipartimento Finistère della Bretagna.

Si potrebbe passare un pomeriggio spensierato semplicemente camminando per le strade, ammirando le case colombage del 17 ° secolo o prendendo in città dai ponti sul Odet.

Se avete bisogno di ristoro dopo aver camminato queste strade pedonali carino, basta plonk te stesso in una crêperie o bar per un bicchiere di sidro bretone.

Gran parte dell’architettura proviene da un periodo in cui Quimper generava molta ricchezza attraverso le sue ceramiche in maiolica dipinte a mano, ancora vendute da molti negozi del centro storico.

Ma c’è uno spettacolo ovvio che devi spuntare: la cattedrale medievale con le sue famose guglie gemelle.

Arras

Il Grand'PlaceFonte: flickr
Il Grand’Place

Potresti venire in questa città solo per vedere le sue grandi piazze: Il Grand’Place e la Place des Héros, ti diranno quasi tutto quello che c’è da sapere su Arras.

Hanno un totale di 17.000 metri quadrati e hanno file di case squisite in stile barocco fiammingo.

Questi sono del 17 ° e 18 ° secolo, e hanno portici al piano terra.

Ti consigliamo di ispezionare ciascuno da vicino, come c’è sempre un pezzo di scultura o altra caratteristica unica per soddisfare il vostro sguardo.

Sotto queste piazze si trova un grande sistema di gallerie scavate nell’arenaria nel corso dei secoli e utilizzate come rifugi durante le numerose guerre che hanno afflitto questa parte della Francia.

È possibile esplorare questi, così come il campanile patrimonio dell’UNESCO – se non ti dispiace salire i 326 gradini fino alla cima!

Honfleur

Sainte-Catherine Church, HonfleurFonte: flickr
Sainte-Catherine Church, Honfleur

È probabile che tu possa già conoscere Honfleur, anche se non sei mai stato lì.

Questo perché il porto di questa città di mare in Normandia è stato oggetto di dipinti di Monet, Courbet, Eugène Boudin, tra molti altri.

È un’immagine che devi vedere di persona dal Quai Saint-Etienn, guardando attraverso le vecchie case di pescatori poco plausibilmente strette, molte rivestite di ardesia.

Questa non è l’unica meraviglia di Honfleur ; un’altra è la chiesa di Sainte-Catherine interamente in legno, costruita dai falegnami navali nel xvi secolo e separata dal suo altrettanto accattivante campanile in caso di incendio.

Entrambi furono realizzati senza l’uso di seghe, come i costruttori navali di Honfleurs preferivano le asce, in una tradizione normanna che risaliva a prima di Guglielmo il Conquistatore.

La Roche-Guyon

chateau de La Roche-GuyonFonte: flickr
chateau de La Roche-Guyon

Su un’ansa della Senna, La Roche-Guyon è un bel vecchio insediamento ai piedi di un castello costruito in una scogliera nel 1100 per controllare l’attraversamento del fiume.

E ‘ aperto al pubblico, e si può ottenere un senso dell’ingegno qui, con un mastio collegato alla fortezza inferiore da gallerie tagliate dalla roccia.

La vista dalla torre, e il sentiero sul crinale alle spalle sarà il fiore all’occhiello della tua pagina facebook! A pochi minuti di distanza a Giverny è la casa di Monet, che è esattamente come il famoso artista ha lasciato.

Anche se non sei uno studente della sua arte saprai molte delle scene nei giardini, che Monet dipinse molte volte.

Amiens

Cattedrale, AmiensFonte: flickr
Cattedrale, Amiens

Un edificio che non può essere evitato ad Amiens, visivamente o in altro modo, è l’enorme cattedrale gotica.

È patrimonio dell’Umanità ed è una delle più grandi chiese medievali del mondo, piena di preziose sculture, sia sulla facciata ovest che all’interno, e con una navata e un coro svettanti che sono illuminati di luce dalle innumerevoli vetrate colorate.

Non si può negare il fascino del quartiere Saint-Leu sul lato nord della cattedrale.

È dove si trova gran parte della vita notturna della città, in un quartiere di piccole case di mattoni o di legno vicino ai canali.

Anche Jules Verne ha vissuto in città per gli ultimi due decenni della sua vita, e la sua casa è ora un museo, pieno di piccole curiosità per entusiasmare gli appassionati del suo lavoro.

Rouen

Gros Horloge, RouenFonte: flickr
Gros Horloge, Rouen

Un weekend non è quasi abbastanza per vedere e fare tutto a Rouen, la città sulla Senna è Normandia storico e culturale di capitale, un antico porto fluviale, dove re inglesi corte nel medioevo, e in cui Giovanna d’Arco incontrato la sua fine, di soli 19. C’è un nuovo museo per questa eroina francese in città, appropriato data l’atmosfera medievale del luogo.

Il quartiere vecchio è un suggestivo labirinto di scricchiolanti case a graticcio che vi porta a luoghi come il Gros Horloge, un orologio astronomico del 1300, o la cattedrale, un tempo l’edificio più alto del mondo.

Monet notoriamente dipinto la cattedrale in una serie di opere fatte in diverse luci e stagioni dell’anno.

Saint-Valery-sur-Somme

Saint-Valery-sur-Somme Fonte: flickr
Saint-Valery-sur-Somme

Giovanna d’Arco è il filo conduttore tra Rouen e questo comune balneare alla foce della Somme in Piccardia.

Fu trattenuta qui prima di essere inviata a Rouen per la sua esecuzione.

Saint-Valery ha ospitato una serie di eventi interessanti come questo per la sua posizione strategica, su un promontorio vicino all’Estuario.

L’alto centro storico, una vecchia cittadella, ha ancora i suoi bastioni, e le porte originali segnano ancora l’ingresso a questa parte della città.

Sull’acqua Saint-Valery è altrettanto caratteristico con una passerella che va avanti per un paio di chilometri, passando case di pesca dipinte e lussuose ville antiche, mentre dà una vista perfetta dell’estuario della Somme fino a Le Crotay dall’altra parte.

Lyons-la-Forêt

Shelter Market, Lyons-la-ForêtFonte: flickr
Shelter Market, Lyons-la-Forêt

In Haute Normandie, questa piccola città è circondata da quel tipo di terreno agricolo idilliaco che la gente sogna quando pensa alla campagna normanna e bretone .

Questo è conosciuto come “bocage”, pascolo per il bestiame e frutteti delimitati da boschetti.

Lyons-la-Forêt è anche uno di quei villaggi classici con case a graticcio, mantenuto quasi esattamente come era nel 1600 dopo essere stato ricostruito a seguito di un incendio.

La cosa fantastica di Lyons-la-Forêt è che si sente anche vissuta: il mercato coperto e le sue colonne di legno ospitano ancora le bancarelle del mercato il giovedì e i negozi tutt’intorno ronzano con il commercio.

Beuvron-en-Auge

Casa padronale, Beuvron-en-AugeFonte: flickr
Manor House, Beuvron-en-Auge

La Normandia è amata per le sue numerose città e villaggi con case a graticcio (colombage), ma poche sono belle come il piccolo villaggio di Beuvon-en-Auge.

La stella qui è una casa padronale del 15 ° secolo, con fango color crema e una torretta sbarazzina su un angolo.

C’è una piccola piazza dove puoi sederti per qualche istante, e in ogni direzione che guardi ci sarà un’affascinante vecchia casa con un caffè, un ristorante o servizi del villaggio, tutti decorati con gerani e altri fiori.

Sei nel paese del sidro della Normandia a Beuvron-en-Auge, quindi non ci sono scuse per non avere un bicchiere di sidro o Calvados, brandy di mele.

Le Havre

Chiesa di Giuseppe, Le HavreFonte: flickr
Chiesa di Giuseppe, Le Havre

Dove la maggior parte delle destinazioni turistiche preferite della Francia settentrionale sono insediamenti medievali con bastioni e case di legno, Le Havre è uno per coloro che apprezzano l’architettura moderna.

Dopo che questa città portuale è stata gravemente danneggiata durante la guerra, la città ha consultato l’architetto Auguste Perret i cui progetti hanno recentemente guadagnato lo status di patrimonio mondiale della città.

Quella che affascina tutti i visitatori è la Chiesa di San

Giuseppe, la cui torre di 107 metri è sorretta solo dal rinforzo interno del cemento.

Puoi fermarti sotto questa struttura cava, illuminata da vetrate geometriche, e guardare in soggezione! Il modernista Hôtel de Ville ha un belvedere dalla sua galleria, mentre si fatica anche a perdere il centro culturale di Oscar Niemeyer, noto come”Il Vulcano”.

12. Vannes

Jardins des Remparts, VannesFonte: flickr
Jardins des Remparts, Vannes

Situato in Morbihan, questa città vecchia è benedetto con quasi tutte le cose che la gente associa con il meglio della Bretagna.

È una città murata, con bastioni ancora in atto e che racchiude strade e piazze pittoresche con case a graticcio a strapiombo.

Alcuni di questi sono alti cinque piani, con travi allacciate dal peso, e ti starai chiedendo come stanno ancora in piedi.

L’ingresso alla vecchia Vannes è la Porta barocca Saint-Vincent, dal nome del santo patrono della città.

Altrettanto splendidi sono i Jardins des Remparts, parterres impeccabili sul lato ovest delle mura.

Bayeaux

Cathedral, BayeauxFonte: flickr
Cathedral, Bayeaux

La prima cosa che molti immagineranno quando pensano a Bayeaux è l’arazzo, e con buona ragione.

È un pezzo duraturo di narrazione medievale, e il museo appositamente costruito lo presenta in modo tale da poter vedere le cuciture individuali realizzate quasi 1.000 anni fa.

Quando si arriva in città, l’arazzo può dominare i vostri piani, ma ciò che domina la città è la cattedrale gotica e romanica completata nel 1077: Guglielmo il Conquistatore era qui per la consacrazione.

Ci sono anche diversi siti rilevanti per l’invasione della Normandia nel 1944, tra cui il Cimitero di guerra britannico e il Museo della Battaglia di Normandia.

Reims

Lanson Champagne, ReimsFonte: flickr
Lanson Champagne, Reims

Come con Bayeaux si può avere solo una cosa sulla vostra mente quando si arriva a questa città in Champagne.

La maggior parte delle case di champagne più decantate hanno sede a Reims, e quasi tutte aprono le loro porte per escursioni a piedi delle grotte e sessioni di degustazione.

Le fondamenta gessose di Reims hanno un ruolo da svolgere in questo, poiché le grotte artificiali sotto la città offrono l’ambiente giusto per far fermentare lo champagne in bottiglia.

Inizia con Maison Veuve, Clicquot, Tattinger e Lanson, e ancora difficilmente avrai spuntato il tappo! Tra una degustazione e l’altra, devi risparmiare un po ‘ di tempo per la cattedrale, anche perché è stata dove quasi tutti i re di Francia sono stati incoronati.

Beauvais

Cattedrale, BeauvaisFonte: flickr
Cattedrale, Beauvais

Il punto culminante di questa città della Piccardia è la squisita cattedrale “incompiuta”, che sarebbe stata l’edificio più grande del mondo se fosse stata completata.

Sfortunatamente il progetto era troppo ambizioso e ci furono fatali problemi strutturali, anche se contiene ancora la volta gotica più alta mai costruita.

Intorno a questo edificio ci sono molte interessanti attrazioni antiche dal 1100 al 1500, come il palazzo Episcopale, che ora contiene mostre sulla storia del Dipartimento dell’Oise, di cui Beauvais è la capitale.

In Rue de Paris a sud della città, trascorri un po ‘ di tempo al Maladerie, un ospedale del 12 ° secolo per le vittime della peste e dei lebbrosi, gestito da monaci.

Dove alloggiare: I migliori hotel in Francia

Prezzo più basso garantito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.